Mangia , prega, ama! Il viaggio di Filomena e Dino

Viviamo con le valige perennemente pronte, lì in un angolo della nostra stanza, anzi, è più corretto dire con il nostro “bagaglio a mano” sempre pronto perché con gli anni abbiamo imparato a “svuotare” le valigie e riempire anima e mente con le immagini, le sensazioni, i profumi ed i sapori che ogni viaggio immancabilmente ci regala. Ed è con questa “leggerezza” che a gennaio abbiamo deciso di visitare la Thailandia. Ed in questa nazione la mente e l’anima non si sono solo riempite ma oserei dire arricchite. I contrasti di questa nazione, dall’eccentrica Phuket, alla paradisiaca Khao Lak, alla stupefancente foresta pluviale di Khao Sok ed all’elegante Krabi riescono ad incidere immagini ed emozioni indelebili nel viaggiatore che decide di visitare questi meravigliosi posti. La Thailandia riesce a “rapirti” con i suoi mille volti. Ti cattura con le sue infinte foreste abitate da gente semplice che convive in totale armonia con la ricchissima fauna e dove un jeans ed un paio di scarpe risultano addirittura superflui perché il contatto vivo con la terra sembra “legarli” a tradizioni e modi di vivere lontani dal nostro modo di pensare. Inoltre i thailandesi amano la compagnia, i luoghi affollati, le feste, la musica alta. E’ molto facile essere invitati ad unirisi ad un gruppo che festeggia! Amano molto i giochi e le lotterie. Perfino mentre lavorano devono trovare un momento di pausa per chiacchierare in modo che il lavoro non diventi mai “sanuk” (poco divertente) e non ne varrebbe la pena! Il tutto sempre contornato da un aura mistica del loro culto e quindi non c’è da meravigliarsi se nei pressi delle spiagge si incontrano degli altari buddhisti e fedeli che pregano. Ci siamo andati per il mare ma abbiamo lasciato che fossero le strade a decidere il nostro percorso, abbiamo imparato a vagabondare, disorientarci e farci stupire da tanta meraviglia!